Bigon galleggia in un vuoto cosmico, tutto dipende dalla sfida del San Mamés

     

    Finora è stato un lieve deambulare tra le tenebre, uno stucchevole girovagare intorno ad una sfilata di nomi ch’è divenuta una parata d’illusioni.

     

    Se poi – come riporta il Corriere dello Sport –  dovessero piovere dal cielo, dal san Mamés o da qualsiasi prodezza balistica quei trenta-trentacinque milioni, c’è bisogno del piano-Champions, che prevede l’allargamento degli orizzonti e pure quelli del Napoli, al quale va concessa consistenza internazionale, andando ad innestare nel terreno fertile arato da Benitez ciò che può tornare utile. Il mediano – e ci mancherebbe – ma va a finire che poi, per riuscire a giocarsela su più fronti, e però senza mai ignorare le necessità del fair play finanziario, bisognerà industriarsi, tirare fuori qualche aggiornamento al data-base di un ds ch’è rimasto impantanato nel vuoto cosmico nel quale sta galleggiando.