Biasin: De Laurentiis ha perso l’entusiasmo, il Napoli non merita di essere abbandonato

 

Questione Napoli. In questo caso c’è poco da fare i pirla. Da un paio di settimane, chi scrive, fa notare che è ora di uscire allo scoperto. De Laurentiis o chi per lui (magari non il figlio, già ribattezzato “la tocco piano Edoardo”) ha il dovere (l’obbligo?) di parlare alla sua gente. Dove sono finiti i tweet, le interviste, le presentazioni in pompa magna, gli appelli anche un filo arroganti ma capaci di creare entusiasmo nella piazza? Che fine hanno fatto le fughe in motorino, gli attacchi al sistema e tutto il corollario di “apparizioni” che hanno trasformato il produttore in uno dei re del nostro calcio?

Il De Laurentiis “normalizzato” ci piace poco. Ancor meno il Napoli confuso e svogliato che ha perso con il Chievo. Higuain è parso svogliato, sicuramente meno “in palla” di Maxi Lopez, uno che ha un centesimo del talento dell’argentino ma compensa col sudore. Il Napoli ha prodotto molto ma a tratti sembrava in vacanza come il suo allenatore durante la sosta per le nazionali (l’ha fatto anche l’anno scorso? Ha sbagliato due volte). Il pubblico di Napoli non merita di essere “abbandonato” e la già povera Serie A non può perdere così presto la terza in ordine di pronostico per lo scudetto.