Bianchi: “Napoli vive di eccessi. La squadra ha bisogno di lavorare con tranquillità: nulla è ancora compromesso”

     

    Bianchi: “Napoli è così, vive di eccessi. Può riservare grandi soddisfazioni o delusioni


     

    Ottavio Bianchi parla ai microfoni di Marte Sport Live: “Napoli è così, vive di eccessi. Può riservare grandi soddisfazioni o delusioni. Io ho vissuto intensamente la città sia da giocatore che da allenatore:  non so quali problemi possano esserci, non vivo lo spogliatoio. C’è stato uno scoramento al gol del Chievo, ma da sempre è così. La mia battaglia più grossa è stata inculcare a tutto l’ambiente che i tre punti col Chievo valgono come quelli con la Juventus. Le vacanze di Benitez? La polemica banale sinceramente non mi interessa: parlare il lunedì è molto facile, bisogna farlo il sabato. Il lavoro si giudica alla fine. Per avere personalità, non serve un solo giocatore con queste caratteristiche, ma ne servono di più anche quelli meno appariscenti. La maggioranza silenziosa è fondamentale per vincere.  La stagione è appena cominciata, sicuramente l’eliminazione in Champions è grave, così come non è facile digerire il ko con il Chievo, ma non mi strapperei i capelli. Lasciamo lavorare tutti con tranquillità”.