Benitez: “Soddisfatto della prestazione, ma non dei due goal presi. David Lopez sta crescendo!”

E’ un pareggio che sta stretto al Napoli, ma il 2-2 di Milano permette comunque alla squadra azzurra di continuare la sua fascia positiva. Benitez lo sa ed è comunque soddisfatto della prestazione della sua squadra e commenta così la partita con l’Inter:

Deluso da questo pareggio?

“No devo essere contento della squadra, che ha reagito dopo un brutto primo tempo. Soddisfatto della reazione della squadra e i due goal, ma dispiaciuto per aver subito subito i pareggi. Nel primo tempo non abbiamo fatto il nostro gioco. La reazione mi è piaciuta perchè loro man mano si sbilanciavano di più e si aprivano, ma purtroppo ci siamo fatti rimontare”.

Higuain ancora senza goal?

“Higuain ha segnato nelle altre competizioni e lo farà presto anche in campionato.”

Bel gioco ma troppa discontinuità, manca un playmaker?

“Oggi Jorginho rientrava da un infortunio, Gargano l’abbiamo perso e Inler era reduce da un infortunio dalla nazionale. Lui e Lopez hanno fatto bene, non era facile perchè loro pressavano ma hanno fatto un buon lavoro  Non è facile fermare Kovacic, Palacio e Hernanes che svariano molto con la palla tra i piedi”.

Problema Hamsik?

“Lui ha libertà di movimento in campo, ma non è facile per lui trovare spazi quando giochiamo con certe squadre. Lui è un giocatore di qualità, aiuta la squadra nelle due fasi di gioco, dobbiamo coinvolgerlo di più ma le altre squadre lo temono e quindi lo aspettano lì centralmente. Prima aveva più spazio, ora abbiamo più possesso e quindi per lui c’è meno spazio.”

Sull’ottima prestazione di David Lopez e Britos:

“Oggi hanno fatto un grande lavoro sia lui che Inler. Si deve adattare ancora, ma sta facendo bene. Posizione di Britos? Ghoulam è tornato tardi dal mondiale, poi ha avuto un infortunio e Zuniga può giocare anche a destra. Lui per struttura e Camilo per possesso è una soluzione. Britos sta bene ed anche oggi è stato tra i migliori in campo”.

Sul possesso palla:

“Noi abbiamo dimostrato che possiamo essere lì, ma a Milano contro l’Inter che punta in alto non è facile. Così come anche Lazio, Milan ed altre sono competitive”