Benitez: “Solo con la serenità ritornerà il Napoli dello scorso anno. Finalmente siamo tornati al goal. Sono tranquillissimo non sono a rischio esonero!”

 

Benitez, sicuro: “Non rischio la panchina, ora lasciateci lavorare!”


 

Ai microfoni di SkySport si presenta un abbattuto Benitez, che commenta così questo rocambolesco pareggio col Palermo, dove da una situazione di vantaggio il Napoli ha subito la rimonta due volte:

“No chiaramente la squadra ha bisogno di serenità. ‘aspetto positivo è che questa sera abbiamo fatto 3 reti. Abbiamo subito 3 reti che non dovevamo subire, ma è un problema di serenità.”

Ha sentito De Laurentiis?

“No, devo pensare alla squadra, non posso lavorare se devo chiamare tutte le volte il presidente.Non sento il rischio dell’esonero. Questa squadra ha fatto benissimo e lo farà di nuovo, abbiamo bisogno di serenità.”

In questo momento si sente il parafulmini di tutto? Perchè la società l’ha lasciata sola?

“Io sono l’allenatore di una grande squadra, che l’anno scorso ha fatto tanto. Ora devo lavorare per ritrovare quella squadra.”

Perchè il Napoli non trova continuità e intensità?

“Si, l’anno scorso facevamo meglio con le grandi che con le piccole, la squadra deve ritrovare quella mentalità. La squadra deve compattarsi e trovare il suo gioco.”

Perchè non trova le motivazioni?

“Per arrivare ai traguardi ognuno ai proprio metodi, io ho il mio. L’anno scorso tutti dicevano che il Napoli avesse importato un calcio spettacolare, ora è mio compito riportare quel gioco e quella mentalità.”

L’errore di Gargano sul goal dell’1-1?

“Sul goal dell’1-1 era Henrique che doveva marcare Belotti, ma forse tra di loro hanno fatto cambio marcatura. A me non piace dare la colpa a un giocatore sono solo delle scuse poco professionali.”