Benitez risolve il mistero degli esterni: stavolta i “fuori ruolo” funzionano

     

    Il mistero degli esterni lo risolve Rafa Benitez. Nel Napoli i quattro terzini sono tutti disponibili: Maggio, Mesto, Zuniga e Ghoulam. Eppure Rafa Benitez si comporta come se fosse in emergenza.

     

    Due le soluzioni che lo spagnolo apprezza. La prima è con Britos sulla sinistra, la seconda è con Henrique a destra. Anche quando ha tutti gli esterni disponibili, il tecnico azzurro preferisco “forzare” e usare uno dei due jolly, invece che affidarsi ai giocatori di ruolo. Il motivo è da ricercarsi, probabilmente, nella fase difensiva della squadra azzurra, perennemente in affanno. Urge almeno un terzino che in origine faccia (o abbia fatto) il difensore.

     

    Ecco che sfidando la critica e i tifosi, Benitez si è ostinato con l’invenzione di Britos esterno sinistro. In questa stagione l’uruguaiano non ha mai giocato al centro della difesa. Segno chiaro di come Benitez lo veda unicamente come supporto per gli esterni. E del resto l’ex Bologna era in lista di sbarco, prima che l’allenatore lo “recuperasse” in questa inedita veste. E dopo una serie di partite negative, a Sassuolo Benitez ha riproposto Britos a sinistra.

     

    Stavolta dal cilindro delle imprevedibili soluzioni dell’allenatore spagnolo è spuntato Zuniga a destra. Anche lui vero jolly del tecnico ex Chelsea, che fino ad ora ha giocato a sinistra, destra, e anche nel tridente d’attacco. L’inedita soluzione per gli esterni ha lasciato perplessi i tifosi, ma dopo il fischio finale si è rivelata efficiente. Il colombiano Zuniga dimostra di essere a proprio agio su entrambe le corsie, soprattutto quando abbandona le tentazioni di buttarsi in avanti.

     

    Britos, con i soliti compiti difensivi, è stato efficace. Molto del merito va ovviamente agli avversari, decisamente modesti anche se finora il Sassuolo ha creato qualche difficoltà alle avversarie. In un modo o nell’altro l’esperimento di Benitez ha funzionato, e di certo il tecnico si guadagna un credito per poter riproporre ancora una volta altre soluzioni inedite, magari con Britos fuori ruolo.

     

    Bisogna aspettare test più probanti, ma di certo ci si chiede come mai Mesto non si vede più, e volendo anche il motivo della scarsa forma di Ghoulam, che da quando è tornato dal Mondiale non si è praticamente visto se non nella pessima prestazione offerta contro il Palermo. Probabilmente Benitez non si diverte a fare scelte così forzate. Ecco perché è lecito domandarsi il motivo per cui questa estate la società non ha preso neanche un esterno. Difficile che questa situazione sia stata progettata a tavolino, visto che Britos era sul piede di partenza ed è rimasto solo perché non sono arrivate offerte interessanti.

     

    Il Roma