Con o senza Benitez resterà un Napoli ‘esterofilo’: riecco Alderweireld, idea Pocognoli

    Alderweireld a contrasto con Messi nel Mondiale brasiliano

    A prescindere da Benitez, il Napoli guarda sempre al mercato estero: Alderweireld, Pocognoli e i talenti Lazaro e Falsaperta.

       Di: Marco Giordano
    Corrispondente Napoli per Goal Italia

    Negli ambienti del calciomercato si continua a vociferare che possa essere l’ultima stagione di Benitez al Napoli . Con il tecnico spagnolo lascerebbero Napoli anche alcuni dei suoi pretoriani: Callejon ed Albiol su tutti. Alcuni operatori di mercato stanno violando le segrete di Castelvolturno per riproporre il centrale dell’Atletico Madrid, ora in prestito al Southampton, Toby Alderweireld .

    Se dovesse accendersi l’interesse azzurro sarà corsa a due con la Roma , che ha sondato il terreno per il forte centrale belga. Un’operazione da 8/10 milioni che consentirebbe di trovarsi in casa un calciatore che nasce centrale ma ricopre anche il ruolo di terzino destro. Accessibile anche la parte relativa alla remunerazione: con poco meno di 2 milioni a stagione ci si assicura le prestazione del 25enne di Anversa.

    Lo scouting del Napoli continua, intanto, a monitorare calciatori in giro per l’Europa. Tra osservazioni e richieste di informazioni, gli ultimi due nomi attenzionati sino quelli di Sebastien Pocognoli e Valentino Lazaro . Pocognoli è l’ultimo dei terzini mancini finiti nel mirino partenopeo. 27enne belga, gioca nel West Bromwich Albion, squadra di Premier, attualmente 14esima nella massima serie britannica.

    Contratto fino al 2017 e valutazione di poco inferiore ai 2 milioni, Pocognoli viene considerato come potenziale acquisto di gennaio quando Ghoulam disputerà la coppa d’Africa e  Benitez non vorrebbe lasciare il solo adattato Britos come sostituto di Zuniga nel momento clou della stagione. Il belga è assistito dalla SEM Group, un’agenzia internazionale di prima fascia che potrebbe spingere per un eventuale trasferimento, anche per iniziare una partnership con il club azzurro.

    Valentino Lazaro è, invece, il talento sul quale scommettere in futuro: classe 96, austriaco, talentuoso trequartista centrale, gioca tra le fila dei Red Bull Salisburgo ed ha il contratto in scadenza nel prossimo giugno. Destro naturale e raffinato, si è adattato al ruolo di esterno di centrocampo. Su Lazaro già ci sono gli occhi di osservatori di Premier e della nostra Serie A, ma i dirigenti azzurri hanno già avviato i contatti con Maximilian Hagmayr, manager del talento nativo di Graz e che il 30 Maggio scorso ha già esordito in nazionale maggiore.

    Da libro Cuore, invece, la storia di Luca Falsaperla. Classe 95, il 19enne si è svincolato da qualche mese dall’Anderlecht. Figlio di mamma napoletana e papà siciliano emigrati in Belgio, ha nel cuore il desiderio di giocare nella squadra della città che ha dato i natali alla madre. È stato proposto e monitorato da Verona, Fiorentina, Lazio e Genoa, ma sogna un provino a Castelvolturno ed i suoi agenti si sono già messi in contatto con lo scouting partenopeo. Centrocampista centrale con la qualità per giocare anche da trequartista, Falsaperla ha già vestito una maglia azzurra, quella delle nazionali giovanili italiane.

    Fronte uscite: i contratti in scadenza di Maggio e Britos non verranno rinnovati. Il manager dell’esterno vicentino, Massimo Briaschi, vorrebbe concludere il passaggio a parametro zero all’ Inter : la condizione è che resti Mazzarri sulla panchina nerazzurra. In alternativa, c’è il Verona che ha già provato a prendere Maggio la scorsa estate. Per Britos, invece, ci sono alcune destinazioni spagnole ma soprattutto russe sulle quali stanno lavorando i suoi procuratori.

    Tutte le indicazioni, al momento, fanno presagire che neppure Michu resti in azzurro: dopo l’anno di prestito dallo Swansea tornerà nella squadra gallese. Ma lo spagnolo potrebbe esser proposto ad altri club di Serie A, Sampdoria su tutti, anche se rende più complessa ogni ipotesi il pesante stipendio (1,8 milioni) percepito dall’attaccante iberico.