Benitez non conserva lo champagne: “Il Napoli vuole brindare di nuovo”

    Rafa benitez

    Dalla sua maestosa casa di Liverpool, Rafa Benitez augura buone feste agli azzurri: “Con la Supercoppa Italiana, un trofeo di Napoli, per i suoi tifosi e per Napoli”.

    Sparsi ai quattro angoli del mondo per trascorrere le festività natalizie. Meritatamente. Il Napoli si gode qualche giorno di pausa dopo la vittoria della Supercoppa Italiana a Doha, secondo trofeo del 2014. C’è chi ha scelto le Maldive, chi gli Stati Uniti, piuttosto che diversi paesi europei, tra cui la stessa Italia.

    E’ tornato a Liverpool Rafa Benitez, nella sua vecchia casa, per trascorrere il Natale in famiglia. Baci e abbracci con i parenti, congratulazioni, complimenti per il Re di Coppe.

    Dalla Spagna all’Inghilterra, passando per l’Italia, se c’è una coppa il tecinco spagnolo deve conquistarla (magari anche mangiarsela, ma in un diverso senso…).

    Di nuovo nella sua maestosa casa di Liverpool, Benitez ha augurato buon Natale ai tifosi del Napoli. Col sorriso sulle labbra, ovviamente: “Siamo tutti un pò più contenti, tutti abbiamo un motivo in più di festeggiare perchè abbiamo appena vinto la Supercoppa italiana, un titolo che, come potete sapere, vogliamo condividere specialmente con tutti voi”.

    “Si tratta di un trofeo del Napoli, per i suoi tifosi e per Napoli che è la nostra casa, con tutto ciò che questo comporta. Anche se lontani, brindiamo tutti insieme per tutto ciò che ci attende affinche ci siano altre celebrazioni come questa prima possibile” ha scritto Benitez sul proprio sito web.

    Si festeggia il 25 dicembre, ma non solo: “Buon Natale, felice Supercoppa italiana a tutti. E Forza Napoli sempre”. Dopo Liverpool Benitez farà ritorno in Italia per preparare la prima gara del 2015, ovvero la trasferta di Cesena, nel giorno dell’Epifania.

    Il 2015 sarà l’anno del suo addio al Napoli, magari per tornare in Spagna o in Premier League? Una questione futura, impossibile da analizzare in questi giorni di festa, e sopratutto, di vittoria.