Benitez: «Non buttiamo tutto, Il lavoro si giudica sempre alla fine, mai a metà percorso»

Rafa Benitez

“Qui c’è l’autodistruzione! Napoli di livello internazionale, ne parla anche Raul… “

In vista dell’anticipo col Parma, Benitez parla così del momento che sta passando il Napoli: “Qui non c’è equilibrio, i giudizi si fanno alla fine e non si distrugge il lavoro”.

BENITEZ«Calendario per fare gruppo? Non ne abbiamo bisogno, siamo un gruppo che sta bene insieme. Però questa iniziativa ti regala visibilità e poi si fa beneficenza».
Ha parlato così il tecnico del Napoli nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’ottava edizione del calendario della squadra azzurra, in vendita da domani con il Corriere dello Sport-Stadio.
«Noi stiamo pensando al Parma. Lavoriamo per affrontare la squadra di Donadoni con la voglia di far bene e vincere», ha proseguito il tecnico spagnolo parlando della sfida di campionato di domani contro il Parma. «Aspettiamo la fine per giudicare la stagione. All’inizio si critica poi si parla bene quando si vince e quando si perde si critica di nuovo.
In Spagna si dice “l’uomo è l’unico animale che inciampa due volte sulla stessa pietra”, qui ogni due o tre settimane le opinioni cambiano. La squadra crescerà, questo è sicuro.
Siamo un team di qualità che è più equilibrato rispetto allo scorso anno. Purtroppo non possiamo cambiare alcuni risultati ma dipende da noi e dare il 100%. Il nostro livello è quello dimostrato contro la Roma e sono convinto che cresceremo anche se non so a che livello potremo arrivare», ha dichiarato il tecnico del Napoli, grintoso e determinato nel cambiare marcia e rispondere a muso duro alle critiche piovutegli addosso dopo il ko contro il Milan.
«Non si può distruggere tutto, bisogna andare avanti tutti uniti e pensare alla crescita di questa squadra e del club. A bbiamo deciso insieme di lavorare anche lunedì perché abbiamo bisogno di rivedere certi errorI».
«La squadra è unita e sappiamo che dobbiamo andare avanti spalla a spalla, tutti uniti per giudicare il lavoro alla fine. I l nome del Napoli sta crescendo a livello internazionale sempre di più, c’è un’attenzione sempre maggiore», ha continuato Benitez.
«Dobbiamo concentrarci sul Parma poi sarà facile trovare la concentrazione in una finale contro la Juve. Q uesta squadra ha la capacità di arrivare al terzo posto o anche di più ma dipende da ciò facciamo nelle prossime partite».