Benitez lancia la sfida alla squadra: “Ora tocca a loro!”

    Dopo la sconfitta col Torino, Rafa Benitez ha preferito evitare ogni sorta di commento, la rabbia era troppa. Una rabbia mista a delusione, Rafa, come i tifosi, voleva di più.

    Ma ancora una volta la squadra ha peccato nella mentalità, nell’atteggiamento e ancora una volta è caduta nei soliti errori individuali. Rafa è stanco di dover ripetere sempre le stesse cose a squadra e dopratutto a inetti giornalisti, che pongono domande stupide come: “Perchè Gabbiadini non ha giocato dal primo minuto?”.

    Per Benitez ruotare la rosa è fondamentale, in vista ci sono partite importani: Lazio-Inter-Dinamo Mosca. Fino al goal di Glik, per come la squdra aveva iniziato il secondo tempo, nessuno avrebbe ipotizzato un cambio e se fosse entrato in rete quel tiro di Higuain, nessuno avrebbe parlato di Gabbiadini. E poi diciamocelo è troppo facile parlare dopo e sopratutto quando non si vince.

    Non è il momento di parlare del singolo, ma del gruppo perchè è quello il problema. Il Torino non ha fatto grandi cose, ma ha avuto il merito di non demordere, mentre il Napoli si è svegliato troppo tardi e in malo modo.

    Significativa per questo una domanda fatta a Benitez nella conferenza post gara “La sfida con la Lazio in Coppa Italia può rappresentare un riscatto?”, secca la risposta di Rafa: “Dovete chiederlo alla squadra!”.

    Don Rafè lancia la sfida, i suoi giocatori sapranno riscattarsi e dimostrare una volta per tutte chi sono? Il 3 Marzo avremo la risposta.