Benitez da l’ok per Camacho e Mario Suarez.

    Napoli, caccia al centrocampista: l’ok di Benitez per Camacho e Mario Suarez.

    Il vento dell’est nella fredda mattinata di Castelvolturno. Ecco Strinic, il terzino sinistro croato del Dnipro, il primo acquisto del Napoli di gennaio. Visite mediche ieri alla clinica Pineta Grande di Castelvolturno, accompagnato dai medici azzurri D’Andrea e Canonico: tutto ok, risolta positivamente l’ultima formalità prima del trasferimento. Poi l’incontro al centro sportivo con Benitez e i nuovi compagni, il primo contatto con l’universo Napoli, qualche esercizio in palestra ma ancora niente allenamento. Il croato si svincola domani dal Dnipro e firma con il Napoli un contratto di quattro anni e mezzo, fino al 2019. Ingaggio a scalare, si parte da un milione mezzo più bonus.

    Rimasto fuori gioco un mese per un infortunio al costato, la condizione atletica migliore da ritrovare al più presto. Giovedì comincia gli allenamenti e Benitez verificherà se inserirlo già nella lista dei convocati a Cesena, oppure se attendere la prossima partita contro la Juventus. Un innesto fondamentale in organico visto il buco a sinistra per l’infortunio di Zuniga e l’impegno in coppa d’Africa di Ghoulam. Attesa Gabbiadini. L’attaccante si è allenato ieri con la Sampdoria a Bogliasco, nel fine settimana sosterrà le visite mediche e firmerà il contratto con il club azzurro fino al 2019. Accordo raggiunto dal Napoli con Juve e Sampdoria: 12 milioni e mezzo. Definiti ormai anche gli ultimi dettagli tra il direttore sportivo Bigon e il manager della punta, Pagliari, sull’intesa con il club azzurro e il nodo dei diritti d’immagine. Gabbiadini sarà squalificato contro il Cesena: comincerà gli allenamenti dopo il trasferimento in azzurro che avverrà il 5 gennaio con l’apertura ufficiale del calciomercato. L’attaccante bergamasco sarà pronto per la sfida contro la Juventus al San Paolo, una partita molto sentita visto che il club bianconero ha deciso di non puntare su di lui.

    Caccia al centrocampista. L’inseguimento al centrocampista è vincolato alla cessione di uno degli elementi in organico. Lo svizzero Inler è legato al Napoli fino a giugno 2016, ha diversi estimatori, piace al Besiktas in Turchia e a diversi club in Germania. Ma andranno verificati i presupposti di una cessione nell’immediato e cioè in questa finestra di gennaio. Gargano in questi quattro mesi si è rilanciato in azzurro e Benitez confida molto di lui, da verificare l’entità di un’eventuale offerta. Seguiti in maniera particolare dal Napoli due spagnoli: Ignacio Camacho del Malaga e Mario Suarez dell’Atletico Madrid. Due centrocampisti sui quali c’è già l’ok di Benitez. Camacho, 24 anni, ha una valutazione economica di dieci milioni, perfetto per il modulo di Rafa, c’è però da vincere la concorrenza dell’Inter che si è tuffata con energia sul regista nato a Saragozza. Profilo giusto anche quello di Mario Suarez poco impiegato quest’anno da Simeone nell’Atletico Madrid, però più difficile da prendere. Idea Vlaar. Per la difesa l’idea è Vlaar, capitano dell’Aston Villa, nazionale olandese, terzo ai mondiali in Brasile, inseguito da mezz’Europa, in modo particolare dal Liverpool. In scadenza a giugno, il Napoli potrà riprovarci in estate anche perchè adesso è difficile liberare una pedina in difesa a gennaio. Non ha avuto seguito l’interessamento del Palermo per Britos, stesso discorso per quello dell’Internacional Porto Alegre per Henrique.

    Se non va via un centrale difensivo il Napoli non farà altri acquisti. Cessioni. Il Napoli deve piazzare Rosati, il quarto portiere, in esubero. Può prospettarsi per lui l’ipotesi Fiorentina. Il cileno Vargas vorrebbe restare al Qpr, dopo questi primi quattro mesi in prestito, il Napoli lo valuta dieci milioni. Incedibile Zapata, chiesto da diversi club di serie A, Torino in testa e anche all’estero. Maggio e Mesto sono in scadenza di contratto a giugno e difficilmente rinnoveranno.

    Il Mattino