Benitez: “Con la Lazio match importante ma non definitivo,Il mercato di uscita è chiuso, il mercato di entrata anche è chiuso “

Il tecnico azzurro: dobbiamo avere la mentalità vincente per essere all’altezza di questa sfida di gran livello

Con la Lazio sarà una partita importante contro un avversario di qualità, ma non sarà una sfida decisiva perchè il campionato è ancora lungo e la lotta Champions è aperta“. Rafa Benitez racchiude così il valore del match di domani all’Olimpico. Scontro diretto per il terzo posto però certamente non una sfida senza appello per entrambe le squadre considerando che manca un intero girone di ritorno.

Mister prima di parlare della gara dell’Olimpico, vuole tornare sulle discussioni nate dopo Napoli-Juve?

“Tutti hanno visto che avremmo meritato un risultato diverso con la Juve, questo ha detto il campo. Poi noi abbiamo diritto ad esprimere le nostre opinioni, con massimo rispetto per tutti. Oggi se mettiamo alcune parole chiavi su internet vediamo che in passato degli arbitri hanno parlato anche Buffon, Allegri e Marotta quando non erano alla Juve. Noi non siamo nati ieri, ma ci può stare”.

Domani dirigerà Rizzoli: E’ un arbitro di massimo livello internazionale e siamo tranquilli

La squadra ha metabolizzato l’amarezza della gara di domenica?

Credo di sì. La squadra ha giocato quattro partite di qualità compresa la vittoria di Supercoppa. La Juve è una squadra fortissima e oggi stiamo valutando con ancor maggiore evidenza la nostra vittoria a Doha che sappiamo quanto sia importante per la squadra ed i tifosi. Rivedo con piacere la nostra prestazione, i gol ed i rigori. Al San Paolo loro hanno giocato con spirito di rivincita e nel primo tempo abbiamo subìto. Nel secondo tempo, invece, il Napoli ha giocato come volevamo sin dall’inizio ed abbiamo messo sotto l’avversario. Ripeto che meritavamo di più per quello che ha detto il campo“.

Che match si aspetta domani all’Olimpico, scontro diretto in chiave terzo posto?

E’ una partita di alto livello e noi dovremo dimostrare il nostro valore e di essere all’altezza della situazione. Loro sono una squadra che segna molto nel primo tempo, così come facevamo noi l’anno scorso. Quest’anno, invece, noi andiamo in gol maggiormente nel secondo tempo e questo è un dato importante per la condizione fisica della squadra. Certamente domani sarà un match importante però sappiamo che nulla si deciderà di definitivo perchè manca tanto al termine della stagione e la corsa per la Champions è aperta non solo a Napoli e Lazio ma anche a chi sta dietro di noi“.

C’è da aspettarsi qualche cessione in questa sezione di mercato?

Il mercato di uscita è chiuso, il mercato di entrata anche è chiuso a meno che non si presenti una opportunità importante eventualmente. Ciò che ribadisco è che nessuno andrà via. Adesso comincia un calendario fitto di impegni tra coppe e campionato, abbiamo bisogno di tutta la rosa e ci sarà spazio per tutti. Ciò che più mi piace è la competitività tra i nostri uomini perchè è positiva e tutti devono essere pronti ad andare in campo”.

Domani ci sarà l’esordio di Strinic?

Sia Strinic che Mesto potrebbero giocare, deciderò domani“.

Come valuta l’inserimento nel gruppo Strinic e Gabbiadini?

Strinic avevamo detto che aveva avuto qualche problemino in passato dovuto all’infortunio, ma adesso si sta allenando bene con continuità anche da solo nei giorni di riposo. Gabbiadini è a posto sin dal suo arrivo, ha giocato nel finale con la Juve e con lui stiamo parlando quotidianamente anche per ciò che riguarda il ruolo. Sono contento di come si sta inserendo anche nel modulo“.

Infine sulla tecnologia in campo a supporto degli arbitri:

Sicuramente può aiutare tutti un occhio tecnologico, ma serve in assoluto maggiore precisione nelle valutazioni”