Benitez: “Con la Juventus partita importantissima. Gabbiadini? Credo che possa ricoprire tutti i ruoli dell’attacco. Mercato? Abbiamo fatto bene sino ad oggi, ma…”

    In diretta da Castelvolturno la conferenza stampa del tecnico spagnolo, alla vigilia di Napoli-Juventus

     

    A Castelvolturno la conferenza stampa di Rafa Benitez, alla vigilia di Napoli-Juventus, in programma domani sera al San Paolo.

    “Con la Juventus è una partita importantissima. A Napoli tengono molto a questa gara. La spinta del pubblico sarà fondamentale, l’arma in più. Nelle ultime gare abbiamo fatto molto bene, gestendo in maniera egregia il risultato e a Cesena, abbiamo dato il colpo di grazia al momento giusto. Ma non mi sento di dire che questa squadra è maturata oggi. Questa squadra è sempre stata matura. Hamsik? Con lui ho parlato molto. Può crescere ancora, viste le sue potenzialità. Fino ad oggi non si stava esprimendo ai soliti livelli. Consideriamolo un acquisto di Gennaio. Higuain trascinatore? Lui e Marek sono quelli che hanno devono dare qualcosa in più degli altri. Higuain fa giocare bene la squadra e allo stesso tempo riesce a fare anche tanti gol. La squadra gioca a sua completa disposizione. 

    Con la Juventus sarà una gara importante. Loro sono molto forti. Dispongono di più soldi e hanno per questo una rosa più forte, panchina compresa. Sono composti da calciatori importanti, di notevole spessore. Gabbiadini e Strinic? Entrambi hanno lavorato bene. Strinic però è fermo da molto tempo, quindi lo vedremo in campo gradualmente. Mentre Gabbiadini, siccome ha sempre giocato, gode di ottima condizione fisica. Ho parlato con lui circa il ruolo che vuole occupare. Lui predilige la prima punta o giocare a destra. Ma tatticamente può ricoprire tutti i ruoli d’attacco. 

    La tecnologia in campo? Serve se usata bene. Può dare una mano agli arbitri sicuramente. Ma lo stesso dovremo fare noi tecnici, dirigenti e calciatori. Dobbiamo dimostrare maturità. I nostri tifosi? Sentiamo molto il loro affetto. Ci sono sempre vicini. Uniti possiamo fare grandi cose. Però ci vuole equilibrio da parte di tutti. Non si può passare dal dramma per una sconfitta, a gridare allo scudetto nel caso di una vittoria. L’impiego di Britos? Non è certo un terzino, ma per le qualità di cui dispone è uno dei difensori più forti della nostra rosa. Se ho parlato con Bigon riguardo il mercato? Si certo… Abbiamo operato bene fino ad oggi. Abbiamo preso i calciatori giusti. Non è facile acquistare calciatori più forti dei nostri con determinati parametri. 

    Sono contento della mia rosa. Se seguirò il derby? Una bella partita. Stanno facendo entrambe le squadre un ottimo campionato, ma domani c’è Napoli-Juventus e io mi concentro sulla nostra partita.”