Benitez alla radio ufficiale: “il Milan ha uomini di talento, dovremo giocare al100%”

Benitez: “A San Siro sfida tra due squadre di qualità”

A San Siro sarà una sfida tra due squadre di qualità“. Rafa Benitez presenta così Milan-Napoli, un classico del calcio italiano che andrà in scena domani sera nel ricco posticipo domenicale. Il tecnico azzurro analizza le possibili chiavi del match ai microfoni di Radio Kiss Kiss:

Sappiamo il valore che ha questa partita anche come fascino e conosciamo il tasso tecnico del nostro avversario. Noi però dobbiamo pensare ad esprimere il nostro gioco, a fare bene ciò che proviamo e cerchiamo in allenamento ed a giocare al massimo delle nostre potenzialità“.

Di fronte avrà Inzaghi, neo allenatore ma anche avversario nelle notti di Champions ai tempi di Liverpool-Milan:

Pippo è stato un grande calciatore e adesso è un allenatore emergente e bravo. A me piacciono le sfide, ma soprattutto penso alla mia squadra e cerco di dare la chiave giusta ai ragazzi in campo. Per me l’idea è sempre vincere ogni partita e per questo lavoriamo“.

Il Milan potrebbe giocare con il cosiddetto “falso nueve” alla spagnola:

Il Milan ha qualità, gamba e una rosa di livello buono. Loro hanno giocatori di qualità e ne abbiamo anche noi. Al di là del modulo o dello schema credo possano essere i singoli a fare la differenza“.

Napoli primo nel girone di Europa League, un obiettivo raggiunto:

La squadra giovedì ha giocato una buona partita, poteva andare anche meglio sotto il profilo dei gol e sono soddisfatto anche se con l’idea che si può fare meglio. Possiamo fare bene in Europa, ma adesso pensiamo al campionato“.

Qualche partita pareggiata anzichè vinta al San Paolo vi ha lasciato amarezza. Lei ha spesso parlato di equilibrio come chiave per crescere:

Al di là dell’equilibrio, io penso che quando facciamo un gol o due gol, poi dobbiamo segnare il terzo, perché creiamo tanto e dobbiamo sfruttare le occasioni prodotte. Poi è chiaro che bisogna trovare un assetto sempre più equilibrato, e per questo lavoriamo tanto. Però per me la chiave principale è quella di finalizzare al meglio le occasioni che creiamo perché spesso abbiamo avuto la palla del 3-0 e se mettioamo quella dentro la gara è finita a nostro favore. Per mentalità non dobbiamo mai difendere l’1-0 ma cercare di segnare ancora. Questo è lo spirito giusto“.

Dove può arrivare il Napoli in campionato?

Dobbiamo pensare a noi e non guardarci attorno. Io dico che se giochiamo al massimo secondo le nostre potenzialità, possiamo arrivare terzi ma anche più su. Dipende molto da come ci esprimiamo. Se facciamo bene ciò che sappiamo fare in campo allora possiamo puntare in alto. Credo molto in questa squadra e sono certo che miglioreremo in classifica“.

A San Siro non c’è Maggio, ci sarà Henrique o Mesto sulla destra?

Abbiamo provato sia Henrique che Mesto in quel ruolo. E’ un tipo di situazione alla quale lavoriamo sin dall’estate come alternativa e valuteremo la giusta scelta per domani“.

L’anno scorso il Napoli vinse a Milano rompendo un tabù. E ci fu un gran gol di Higuain. Spera nel bis del Pipita?

Gonzalo è un grande attaccante, deve capire che per noi è un giocatore molto importante che deve portare la bandiera per trascinare la squadra. Lui può essere un leader per il Napoli al di là dei gol”.

Intanto c’è anche un Duvan Zapata che segna da tre giornate consecutive. Un investimento che sta dando i suoi frutti:

Duvan è in crescita, rappresenta una possibilità diversa in attacco ed una variante importante anche grazie alla sua potenza ed al colpo di testa. Crediamo in lui ed ha la mia piena fiducia da sempre

Lunedì sorteggio europeo, se capitasse il Liverpool?

“Mi piacerebbe incontrare tanti amici, ma non mi piacerebbe perché è una squadra alla quale mi legano tanti ricordi. Se dovessi scegliere direi che mi piacerebbe incontrare il Liverpool in finale”.

C’è già una data nella testa dei napoletani. Le dice qualcosa il 22 dicembre?

Il 22 dicembre è il giorno in cui c’è la Lotteria più importante in Spagna, è il giorno in cui si vince il premio più grande – scherza Benitez- ma chiaramente per noi sarà il giorno della sfida con la Juve. Ci giocheremo un trofeo con una squadra imporatante e speriamo di fare il meglio ed ottenere il massimo

 

SscNapoli