AVVERSARI EUROPEI – David Lafata, l’uomo dei record nato in mezzo alla birra

     

    L’uomo dei record. Così si potrebbe sintetizzare la carriera – soprattutto recente – di David Lafata, bomber dello Sparta Praga e spauracchio del Napoli nel gruppo I di Europa League.

     

    Nato a Ceske Budejovice, patria della birra (vi ha sede la Budweiser, una delle lager più famose al mondo), nonostante fin da giovane fosse additato come uno dei migliori talenti offensivi cechi Lafata ha speso la carriera quasi interamente sui campi del proprio paese. Trascurabili le esperienze con Skoda Xanthi e Austria Vienna, è con le maglie di Jablonec e Sparta Praga che il centravanti della Nazionale ceca ha dato il meglio.

     

    Tre volte di fila capocannoniere del campionato (2011, 2012 e 2013), secondo alle spalle del compagno di squadra Husbauer l’anno scorso, a marzo è diventato il bomber all-time della Gambrinus Liga superando un’altra icona dello Sparta come Horst Siegl. Gol a pioggia anche in Europa, specie quest’estate: nel secondo turno preliminare di Champions League, contro gli estoni del Levadia, ne ha fatti cinque in 38 minuti (provocando anche un autogol); nel turno successivo, altri tre al Malmoe, che però non sono bastati per garantire alla sua squadra l’accesso ai gironi della massima competizione.

     

    Sarà quindi in Europa League che Lafata proverà a portare avanti la sua striscia positiva: chirurgico in area, furbo e cinico, dotato di un gran destro e di un ottimo stacco di testa, il Napoli giovedì si troverà di fronte un piccolo Higuain in salsa…di birra.

     

    La Gazzetta dello Sport