Allegri e l’ossimoro: è triste come l’informazione “amica”

    Allegri, e’ triste? Un ossimoro quanto mai azzeccato.

    Allegri e la pantomima di tuttosport.

    Di Francesco Pollasto

    Vinovo- gran ducato dei Savoia A.D. 2016: Allegri  e’ triste

    L’uomo Allegri parla alle masse di Juventini, popolo generalizzato, con il fare di un saggio, uno sciamano in preda a qualche visione, il peyote è tutto sport, il giornale di casa.

    Discorsi lisergici, senza un nesso logico, laddove, sotto il sole di Napoli si predica umiltà e si propongono fatti a parole.

    Allegri, si presenta con la solita faccia triste, un po’ troppo per uno che si chiama allegri! A volte i luoghi comuni, evocano nelle persone aspettative, come il tale che si chiama felice e invece non lo è.

    Popolo vi presento allegri, applausi scroscianti, quando entra, centinaia di giornalisti, arrivati da nord e da sud! per assistere alla memorabile conferenza stampa pre-Frosinone!

    Lo sguardo perso, evoca nei giornalisti sessantottini, le parole di una celebre canzone di Jefferosn airplane….

    ”When the truth is found to be lies    And all the joy within’ you dies   Don’t you want somebody to love? Don’t you need somebody to love? Wouldn’t you love somebody to love?  You better find somebody to love “.

    Don Allegri, confortato, come uno sposo all’altare dai suoi giornalisti, inizia la sua omelia sportiva.

    Il primo pensiero ovviamente e per il Napoli: «Il campionato è ancora aperto, non è solo un discorso tra Juve e Napoli. Le squadre che inseguono possono ancora recuperare. 15 partite fa noi eravamo dodicesimi e il Napoli settimo o ottavo. Quindi può cambiare ancora tutto».

    Ecce Homo, disse Ponzio Pilato e se ne lavò le mani!

     

    Gli astanti colti da panico, hanno chiamato le rispettive redazioni, non bastavano le parole del DS del Frosinone : “chi pensa di fare punti contro la Juve sbaglia” e nemmeno le parole del Presidente del Carpi : “sono Juventino, a Napoli venderemo cara la pelle”……Ora tutti rientrano in gioco.

    Silenzio!! Parla allegri”  un suono onomatopeico si ode da lontano, un rumore di protratta all’infuori in mezzo alle labbra serrate …