Alla Lazio va lo scudetto dell’abbonamento più caro. Napoli terzo.

    In questa speciale classifica, la Lazio vince il suo 'scudetto'. Napoli terzo. Al secondo posto... l'Atalanta

    In questa speciale classifica, la Lazio vince il suo ‘scudetto’. Napoli terzo. Al secondo posto… l’Atalanta

    Il campionato è ancora lungo. Ognuno si fa un’idea di chi possa arrivare primo alla fine di questa lunga corsa, ma siamo appena alle prime battute, ed è troppo prematuro dare anche dei pronostici. Ma nella classifica dell’abbonamento più caro, già c’è una vincitrice. La Lazio di Claudio Lotito. E’ stato stimato che per seguire il club biancoceleste in tribuna d’onore, ci vogliono 3.900 euro. Chissà come l’avranno presa questa notizia i tifosi laziali, che già i rapporti col patron Lotito non sono per niente idilliaci. Il Napoli, in questo giochino, si piazza al terzo posto con 3.000 euro di spesa. Ma al secondo posto troviamo una sorpresa. Ovvero l’Atalanta, coi suoi 3.130 euro.

    Ma lo stadio non è solo ‘roba da ricchi’. Basta un abbonamento in Curva, per risparmiare e divertirsi. La Curva più cara è quella della Juve (500 euro), le curve atalantine ed empolesi quelle più economiche (150 euro). La curva bianconera però, permette all’abbonato di usufruire di diversi privilegi, come ad esempio l’ingresso al Museo dedicato alla storia del club. Ovviamente il prezzo varia per diverse cose. Il premio fedeltà, la collocazione (più vicini o lontani dal campo di gioco) e per questioni climatiche (un posto al coperto cosa più di uno allo scoperto). A volte le differenze esistono pure nello stesso stadio, con club diversi. E’ il caso dell’Olimpico di Roma (laziali che pagano di più dei giallorossi). Il San Siro (Milan più economico dell’Inter). E il Marassi (dove il Genoa risulta essere più cara della Samp).

    Non sempre però si segue il prezzo per la scelta di un settore. I tifosi più caldi cercano posto in curva. Mentre la tribuna resta il posto per le famiglie con i bambini, o per quei tifosi che vogliono godersi una partita in primo piano, però in tutta tranquillità. Poi ci sono i distinti, che come ogni cosa, fanno la via di mezzo. C’è il tifo organizzato, ma data l’estensione del settore, si trovano diversi spazi dove la partita la si può seguire, come se si stesse a casa, in poltroncina. Costano più di una Curva, ma costano decisamente meno della Tribuna.