Afragolese-Nola: scontri tra opposte tifoserie, scoppia il panico sugli spalti

     

    Momenti di puro terrore per donne e bambini presenti nell’impianto di Cardito

     

    Un derby sentito, soprattutto dalle due tifoserie, quello andato in scena ieri mattina al “Papa” di Cardito tra i padroni di casa dell’Afragolese e il Nola, match valevole per il campionato di Promozione.

    Fino al 93′ tutto è filato liscio, ma quando i tifosi ospiti hanno cominciato a lamentarsi con la terna arbitrale per il mancato sanzionamento di un fallo di gioco da parte di un difensore rossoblu su un avanti nolano, i supporters afragolesi hanno iniziato a inviare pesanti sfottò agli avversari. 

    E’ l’inizio dell’inferno: le due fazioni danno vita ad un fitto lancio di bottiglie, pietre, mattoni, fumogeni e bombe carta. Donne e bambini restano impietriti per il terrore. Le forze dell’ordine non riescono a fermare la violenza sugli spalti, che poi si sposta all’esterno dell’impianto, quando a sostegno dei tifosi di Afragola giungono i “fratelli” gialloverdi della Boys Caivanese. 

    Solo alle 14.00 il team bianconero, scortato dalla Polizia, può far ritorno a casa.

    Ennesima pagina nera di uno sport che, anziché unire, divide sempre più.