Addio Champions? Nasce la Superlega Europea: De Laurentiis che aveva previsto tutto.

Superlega Europea Stephen Ross

La Superlega Europea minerà il prestigio della Champions League?

Di: Jhonny Green

Io e tanti altri malati del Football stiamo vivendo una stagione fantastica. In Premier League abbiamo il trionfo di Leicester e Tottenham sulle avversarie multimiliardarie. In Serie A il Napoli di Sarri e la Fiorentina di Sousa regalano puro calcio ai propri tifosi e a tutti gli amanti di questo sport. Poi potrei andare avanti a citare Hertha e Mainz in Bundesliga, il Villarreal in LigaBBVA e il Caen che in Ligue 1 si sta giocando un posto in Champions League con il Lione. Insomma tutto molto bello, ma poi arriva la notizia che non ti aspetti, quella che ti fa ritornare con i piedi per terra e che ti fa pensare che forse non c’è proprio speranza per il calcio moderno.

Secondo The Sun Football c’è stato un incontro segreto a Londra per progettare una Superlega Europea riservata alle big del continente. Tra gli invitati, rappresentanti di Reds, Citizen, Red Devils, Gunners e Blues. Il promotore dell’incontro per la creazione di questa “Champions alternativa” è stato Stephen Ross ovvero il proprietario dei Miami Dolphins. In breve, questi signori, vorrebbero creare un torneo su invito a 8 squadre, per limitare la perdita d’introiti dovuta agli exploit delle “piccole” nei campionati europei. Il Signor Ross è anche l’ideatore dell’ International Champions Cup, il torneo estivo al quale partecipano anche squadre italiane.

Il quadretto non è per niente confortante. Non fraintendetemi. Sono favorevole ai rinnovi, alla modernizzazione del calcio e a nuove formule per i tornei, ma trovo letteralmente antisportivo crearsi una lega ad hoc quando non si riesce più a vincere. Sembra tanto quello che succede tra i bambini che giocano in cortile: quando il ragazzino proprietario del pallone inizia a perdere e non ne può più, prende la palla e se ne va a giocare da solo o da un’altra parte. Un torneo a inviti non ha nessuna legittimazione sportiva e nessun valore calcistico, sarebbe solo una passerella per far sfilare i propri modelli con l’unico fine d’attirare sponsor e soldi. Prima di pensare a cose simili, i potenti del calcio potrebbero ispirarsi a quel che c’è di buono in leghe come NBA e NFL. Sono sicuro che importare regole come il “Draft” o il “Salary Cap” renderebbe qualsiasi campionato e torneo molto più spettacolare e divertente.

Superlega Europea De Laurentiis

Mentre guardavo le foto dei dirigenti inglesi uscire dal Dorchester Hotel, mi sono venute in mente le parole di ADL rilasciate ai microfoni di Sky Sport qualche tempo fa. Parole che mi sembravano farfugliamenti senza senso, ma che adesso acquistano un valore differente.
De Laurentiis contesta le coppe “da una vita”, invocando la creazione di un campionato europeo per superare dualismo tra Champions ed Europa League. L’ultimo attacco è arrivato dopo l’eliminazione contro il Villarreal:

“Noi imprenditori ci dobbiamo mettere d’accordo per un’associazione di imprese per il calcio del futuro, uscendo da questo bisticcio cinquantennale tra Uefa, Fifa e Figc. Italia, Francia, Spagna e le più forti devono mettersi d’accordo per un campionato europeo”

La Superlega Europea è la soluzione a un problema che non esiste e che finirà con lo sporcare ancor di più questo sport.

Ma sarà davvero questo il (nostro) calcio?!