Addio al nuovo San Paolo?: Il comune boccia il progetto del Napoli.

    Palazzo San Giacomo boccia il progetto del club:
    Pochi 20 milioni per una gestione di 99 anni

    Lo scrive il Mattino

    Al Comune il progetto non piace e piace ancora di meno la richiestadella Società di avere in cambio dei lavori una convenzione di utilizzo dello stadio per 99 anni senza pagare il
    canone.

    Nella sostanza, l’investimento di meno di 20 milioni ipotizzato nel progetto prelinlinare firmato da Gino Zavanella, porta a questo risultato: la Società gestirebbe per un secolo l’impianto al costo di 200mila euro l’anno.
    Cifra ritenuta bassissima da Palazzo San Giacomo.

    La SSc Napoli, e’ stupita da questo dietrofront, affermando che il sindaco si e’ rimangiato la parola.

    Il comune ha risposto immediatamente, ricordano al patron del Napoli, che durante quella cena che all’epoca riappacificò sindaco e presidente dopo l’ennesima baruffa dialettica, vide il consenso del primo cittadino sulla cifra ma non sulla lunghezza della convenzione la quale, questo il punto di rottura, deve essere commisurata all’investimento effettuato.

    Una soluzione più diplomatica e meno tranchant porrebbe essere quella di trovare,invece, un accordo sulla quantità degli investimenti e la lunghezza della convenzione.

    Più mlilioni più anni oppure meno anni e stessi milioni.

    Possibile il riavvicinamento su queste basi? È questione di feeling, tuttavia patron e sindaco sono su frequenze molto diverse.