A Roma, striscioni per Cucchi e i napoletani

    Durante la partita col Torino esposti numerosi messaggi dai tifosi giallorossi

    ROMA “Lo Stato difende chi è Stato. S. Cucchi vive!”. Striscione per Stefano Cucchi e cori contro le forze dell’ordine all’Olimpico nel corso del posticipo di campionato tra Roma e Torino. La scritta è stata esposta nella Curva Sud dello stadio ed è stata applaudita da gran parte del pubblico presente sugli spalti.

    CORI E STRISCIONI ANTI-NAPOLI -“Se occasione ci sarà, annateve a lavà”.
    Questo lo striscione esposto nella parte alta della Curva Nord dello stadio Olimpico con cui alcuni tifosi della Roma hanno risposto alla scritta comparsa la scorsa settimana sugli spalti del San Paolo di Napoli
    (“Ogni parola è vana. Se occasione ci sarà, non avremo pietà”).

    Oltre allo striscione esposto nel primo tempo della gara col Torino, il settore occupato dai sostenitori giallorossi ha anche intonato cori di discriminazione territoriale (“Vesuvio lavali col fuoco”) e ha poi esposto nella ripresa un altro messaggio: “La bocca dello stolto è il suo castigo. A presto”.