12° giornata – Napoli e Chievo penalizzati.

Mancano rigori a partenopei e veronesi. Milan-Inter con tanti errori sui cartellini, anche per Fiorentina.

12° giornata – Napoli e Chievo penalizzati. Guida male nel derby di Milan

Il ritorno dopo la sosta della nazionale non ha portato fortuna agli arbitri di Messina. Non è stato un buon week end, con tanti errori sparsi in parecchie partite e un paio di squadre (Napoli e Chievo) che si possono a ragione lagnare per come sono state trattate. Bilancio negativo, dunque, e anche l’esperimento di mettere un arbitro in rampa di lancio comeGuida a fare il derby Milan-Inter non si può considerare riuscito: in altri tempi e con altre poste in palio la sua direzione di gara sarebbe stata oggetto di profonde discussioni. A San Siro ci sono state tante decisioni che non hanno convinto, dalla mancata concessione di una punizione all’Inter dopo pochi secondi (giallo a Mexes che ha rischiato tantissimi trattenendo Icardi), alla gomitata di Muntari su Dodò che con un arbitro fiscale avrebbe potuto portare anche al rosso. Le moviole nel complesso bocciano Guida con voti insufficienti.

Gli errori più gravi si sono visti, però, a Napoli e Udine. Tommasiha negato un netto rigore ad Hamsik mentre Napoli-Cagliariera sul 2-2: fallo di Pisano che meritava anche il cartellino rosso, decisione che avrebbe cambiato il corso della partita. Manca un penalty anche al Chievo nelle battute finali della sfida contro l’Udinese (arbitro Cervellera): azione di ostacolo vistosa di Widmer su Cofie. Il rigore ci stava tutto. Non bene nemmeno Di Bello in Verona-Fiorentina: nel primo tempo c’era un penalty per i viola per uno sgambetto netto di Marquez ai danni di Cuadrado. Graziato poi Pizarro che meritava l’espulsione per somma di ammonizioni.

www.napoletanosinasce.com