Parlano i procuratori: «Se Higuain continua così il suo futuro a Napoli e’ a rischio» Andreotti lancia l’allarme Insigne.

Parlano i procuratori: «Se Gonzalo continua così le big europee faranno a gara per acquistarlo»

Il roma ha intervistato un gruppo di procuratori, chiedendogli il valore attuale di Gonzalo Higuain e della sua permanenza a Napoli.

Marco Sommella, manager di Nocerino e Immobile : “Quanto può valere
Higuaìn ha detto  è una bella domanda. Il prezzo lo fa il mercato, la clausola è importante
che può essere pagata solo dai soliti top club. Se dovesse continuare così qualcuno di
questi arriva. Ha uno stipendio importante a Napoli ma se lo paragoni ai 12 di Aguero e ai
venti di Ronaldo e Messi diventa difficile trattenerlo. L’anno prossimo il Chelsea deve
prendere un attaccante, così come il Psg. Ora è tra i primi tre quattro al mondo. Merita tutto
ciò che sta avendo. Ho paura che qualcuno lo possa convincere ad andare via”.

Gabriele Giuffrida, agente di Boselli e Castan: “È difficile dare una valutazione. Sicuramente vale di più di quanto è stato pagato. È uno degli attaccanti migliori che sta sul mercato. Anche se una valutazione è difficile spero che alla fine resti a lungo nel Napoli”.

Vincenzo Pisacane, che gestisce  D’Ambrosio, “È tornato a sorridere, cosa che non faceva più. Gioca divertendosi e perciò sta facendo vedere quanto vale. Nello scorso torneo, nell’ultimo periodo, era nervoso. Adesso gioca, sorride e lo fa anche quando non segna. Lui è un Picasso, non ha un valore ben preciso. È naturale che il valore lo faranno
le richieste”.

ALLARME INSIGNE

Fabio Andreotti, uno dei procuratori di Insigne: “Quando si parla di questi calciatori è chiaro che ogni anno le sirene ammaliatrici sono tante. Oggi ha un contratto importante con
il Napoli, se continua a diventare così devastante ha altre richieste. Sicuramente lo stipendio
si raddoppierebbe e quindi il club non se lo potrebbe permettere. Il caso Cavani insegna,
ma in questa squadra ci sono altri calciatori che possono essere appetibili per le big. Vedi Insigne ma anche Koulibaly e Jorginho. Bisognerà fare molta attenzione”.