Eccezionale ai quartieri: Salviamo il murales di Maradona

Raccolta fondi per  salvare il murales di Maradona.

Via Emanuele De Deo, su ai Quartieri Spagnoli, nello spazio che i residenti indicano come “ncopp’o Cantiere”, uno slargo sterrato dove parcheggiano auto e moto e dove resiste la scritta Teste Matte.

Una grande parete che si spinge in alto per sei piani. La grande figura dell’ultimo (senza corona) re di Napoli è stata dipinta da Mario Filardi (scomparso qualche anno fa in Olanda) sul retro del palazzo di via Concordia 68.

Chiunque risalga i quartieri lo ammira e c’è sempre qualcuno che affronta la salita tra i vicoli e gli scooter spetazzanti per compiere il dovuto pellegrinaggio.

L’immagine alta due piani è finita in decine di reportage fotografici e di servizi televisivi. Se si parlava di Diego.

Dopo Tanti anni il murales si e’ deteriorato, ma c’e’ chi non ci sta come Salvatore lodice, 40 anni,artigiano e artista, con bottega a vico Giardinetto, poco lontano dal popolare affresco.

Con la sua “Miniera Riciclarte” da anni si occupa di migliorare l’aspetto dei Quartieri e Savatore Visone, uno dei migliori parrucchieri di Napoli, che nel suo Hair Studio 76, a via Due Pone a Toledo, crea acconciature particolari da essere davvero all’ultimo grido.

“Chi vuole contribuire, affermano i due, può venire direttamente da noi“.

I tempi? Speriamo di raccogliere i soldi in poco tempo, un mese”.

“Poi per ridipingere Maradona ci metteremo uno o due giorni, vedrete”.

Per visitare il murale e’ stata anche creata una cartellonistica di legno, “artigianale” afferma Iodice “per indicare la direzione del murales, l’uscita della metropolitana dell’arte a Montecalvario e i punti panoramici al corso Vittorio Emanuele.

segnaletica
Gi abitanti dei quartieri si sono mobilitati e’ stanno aiutando i due a realizzare l’opera di restauro, perche per Maradona a Napoli si fa qualsiasi cosa.