Behrami:” Via da Napoli perchè non ero più importante per Benitez!”

 


 

L’ex azzurro Valon Behrami, ha rilasciato una lunga intervista al corrierespione.it, il centrocampista svizzero ha raccontato il retroscena della sua cessione all’Amburgo:

“A Napoli non mi sentivo più importante per l’allenatore, anche se per la società lo ero, così ho deciso di andarmene. In Italia mi voleva l’Inter, ma c’erano delle difficoltà di dialogo tra le due società, credo per non fare regali all’ex Mazzarri, e nessuna delle due parti voleva aspettare la fine del mercato; l’Inter ha fatto altre scelte a centrocampo ed io lo stesso. In Italia certi parametri economici solo poche squadre possono permetterseli perciò, saltato l’Inter, ho scelto la Bundesliga”

Perchè L’Amburgo?

“L’Amburgo mi ha cercato e mi ha spiegato il progetto, parlandomi delle difficoltà che hanno, visto che si sono salvati allo spareggio, ma mettendomi di fronte ad un piano ambizioso. Poter giocare in Bundesliga, che è un campionato forte e attrattivo, ha fatto il resto. Non siamo partiti bene, è vero, dobbiamo risolvere qualche problema, ma l’ambiente è rilassato”.

A proposito di Firenze, Behrami ha ancora tanti amici e qualche rammarico:

“Dei compagni sento Pasqual e i magazzinieri, oltre ai miei amici, e ricordo Firenze con grande affetto. Mi è dispiaciuto andare via in quel modo, io ho creduto davvero di fare il rinnovo e le mie parole erano sincere, poi è cambiato tutto velocemente. Ancora oggi soffro per non essermi mai chiarito con i tifosi. Ma io sono a posto con la coscienza, se ho preferito tacere è stato perché io ormai ero a Napoli dove comunque mi trovavo bene e la Fiorentina si era rinforzata e faceva finalmente divertire così non aveva senso avvelenare con accuse un clima positivo per entrambi le parti. “