Allarme rosso: Serie A deficit a 365milioni.

Il sistema non regge più, alcuni club a rischio per la prossima stagione

Serie A deficit a 365

Serie A deficit a 365 milioni così il sistema non regge più

È allarme rosso sui conti della Serie A. L’ex campionato più bello del mondo ha perso 365 milioni nel 2014-15, cioè nella stagione del crac del Parma: erano 220 nel 2013-14.

E il peggioramento fa ancora più impressione se si pensa che nel dato aggregato manca, appunto, il club gialloblù, fallito ed esentato dalla pubblicazione dei documenti contabili.

Inchiesta  di Marco Iaria per la gazzetta dello sport.

Serie A deficit a 365 milioni

Nella stagione del crac del Parma 12 club su 19 hanno chiuso in rosso fatturato stabile a 1,84 miliardi, salgono i costi debiti: 100 milioni in più la FIGC è preoccupata.

deficit-milan -inter-romaTroppi Debiti

l’indebitamento al netto dei crediti della Serie A è cresciuto nella scorsa stagione di altri cento milioni, da 1,6 a 1,7 miliardi.  Il guaio è che i debiti virtuosi, a favore di investimenti a medio-lungo termine, sono un’eccezione: l’Udinese ha fatto seguito alla Juventus accendendo un mutuo con Credito Sportivo e Mediocredito (15 milioni a bilancio nel 2014-15) per il rifacimento del Friuli.

La ristrutturazione del debito di Inter e Roma, sulla scia di quanto fecero i Glazer col Manchester United, non può lasciare tranquilli i tifosi: i beni nerazzurri e giallorossi
sono in pegno agli istituti di credito.

Negli ultimi tempi, diverse società come Genoa e Chievo hanno rateizzato le pendenze con il Fisco e altre potrebbero seguirle.
Il quadro della seriie A  è peggiorato ed è reso ancor più grave dalla scarsità di capitali.

Tra le grandi, la società rossonera è una di quelle con i conti sballati. Con una
differenza, in termini di continuità aziendale: Berlusconi è un mecenate vecchio stampo, Thohir (-140 la perdita dell’Inter nel 2014-15) e Pallotta (-41 quella della Roma) no.

Tant’è che il patron giallorosso ha fatto scrivere nell’ultima semestrale che se «il Gruppo non fosse in grado di reperire le necessarie risorse finanziarie, al fine di far fronte al proprio fabbisogno, dovrà fare affidamento, senza pregiudizio per la prosecuzione dell’attività sociale, sul realizzo dei suoi asset aziendali, e in particolare sui valori dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori ». Plusvalenze per respirare.

Bilanci serie A

ALLERTA FIGC

In Serie A, 12 società su 19 hanno chiuso l’ultimo bilancio in rosso: sotto osservazione, tra le altre, il Genoa e la Samp del post-Garrone. I bilanci dei club del massimo torneo non sono passati inosservati dalle parti di via Allegri.

La Federazione è preoccupata per i forti squilibri, anche alla luce dell’entrata in vigore
del fair play nazionale che nel 2018-19 imporrà il pareggio di bilancio. Alcune società rischiano di non starci dentro nella prossima stagione, a meno di ricapitalizzazioni o cessioni di giocatori: pena il blocco sul mercato e, dal 2017, il diniego dell’iscrizione al campionato.

C’è tempo per recuperare, i diritti tv a +20% nel ciclo 2015-18 potrebbero dare una mano, ma il malato resta grave.