Albertini: “Ora vogliamo i fatti!”

    Mentre Tavecchio si accinge a sciogliere il nodo ct, Demetrio Albertini incalza: “Importante vigilare su coerenza tra dichiarazioni e fatti”.

    Dopo la debacle della Nazionale Azzurra a Brasile 2014, il calcio italiano ha deciso di ripartire da Carlo Tavecchio. Primo importante compito per il neo presidente della FIGC era quello di scegliere il nuovo ct, l’erede di Cesare Prandelli e, a quanto pare, la scelta è ricaduta su Antonio Conte.

    L’ex tecnico della Juventus avrebbe infatti praticamente trovato l’accordo con la Federcalcio sulla base di uno stipendio annuale da circa 3 milioni di euro all’anno pagati in parte dagli sponsor della Nazionale.

    Tavecchio sarebbe quindi riuscito in breve giro di posta a sciogliere quello che era uno dei nodi più importanti garantendo alla Nazionale un tecnico di sicuro successo ma c’è chi come Demetrio Albertini continuerà a vigilare sull’operato della FIGC.

    A comunicarlo è stato lo stesso ex giocatore del Milan, che da proprio da Tavecchio è stato battuto nella corsa alla presidenza della FIGC, attraverso Twitter: “È tempo di prime decisioni, tra cui la nomina del ct. È importante vigilare sulla coerenza di dichiarazioni, programmi e fatti!”

    Fonte:goal.com